BAGNO DI GONG

Emanuela Galeotti

. . .

BagnoDiGong

IL GONG

Il Gong è lo strumento principe nella creazione di suoni di riconnessione ad un naturale senso del Sacro; tra i più antichi creati dall’ uomo, usato da migliaia d’anni ed utilizzato dagli sciamani per i loro viaggi e rituali. Le vibrazioni emanate dal Gong agiscono su diversi livelli della persona, entrando in risonanza con il corpo fisico, ma anche con i corpi più sottili come quello emotivo, mentale e spirituale. Ciò lo rende uno straordinario strumento di trasformazione evolutiva e di conoscenza del Vero Sè.

“Il Gong è molto semplice. Si tratta di un sistema inter-vibratorio. E’ il suono della creatività stessa. Il Gong è niente di più, niente di meno. Il Gong è il primo e ultimo strumento per la mente umana. C’è solo una cosa che può sostituire e comandare la mente umana, e questa cosa è il suono del Gong. E’ il primo suono dell’Universo, chi suona il Gong riproduce l’Universo, poiché è il suono creativo di base” (Yogi Bhajan)

 

IL BAGNO DI GONG

Il Bagno di Gong consiste in una sessione di massaggio sonoro durante la quale i partecipanti si rilassano, preferibilmente sdraiati a terra su un tappetino, e ricevono le vibrazioni prodotte dal Gong e da altri strumenti suonati dal vivo. Le vibrazioni del Gong risuonano in ogni cellula del corpo e lo stimolano a recuperare uno stato di armonia ed integrità e a connettersi con la vibrazione primaria da cui tutto si origina. Non a caso il suo “canto” è simile all’OM, il suono primario della materia non manifesta.
Riequilibrando il corpo fisico, emozionale e spirituale, il suono del Gong eleva la frequenza del campo aurico e conduce ad un nuovo piano energetico, grazie al quale è possibile raggiungere uno stato di profondo rilassamento, neutralità e scarico delle tensioni, fino a tornare ad una respirazione profonda e cosciente.
Il ripristino di uno stato di equilibrio ed armonia nel corpo e nella mente, comporta anche un effetto rivitalizzante sul sistema immunitario e nervoso, alleviando la fatica mentale, mitigando lo stress e attivando le risorse dei processi di armonizzazione della persona.
La sessione dura circa un’ora e mezza e prevede una prima parte di introduzione e preparazione, il Bagno di Gong vero e proprio e una parte finale dedicata ad eventuali condivisioni dell’esperienza vissuta.
Si tratta di un’esperienza che può essere sperimentata da chiunque e ad ogni età, e non è necessaria alcuna conoscenza nel campo della meditazione.
La percezione del suono è il primo contatto sensoriale di cui facciamo esperienza già nel ventre materno e proprio in virtù di questo,  possiamo intuire quanto il suono  sia profondamente connesso con i nostri vissuti intimi e personali.
Il suono permette infatti un contatto sacro e profondo col mondo interiore e apre alla possibilità di sentire e percepire parti di noi fino a quel momento inesplorate.
Gli effetti delle vibrazioni si manifestano anche nei giorni successivi all’esperienza. Praticarlo con cadenza regolare porta effetti sempre più duraturi nel tempo.
Il Gong può inoltre essere un ottimo strumento di potenziamento e amplificazione dei benefici prodotti da lavori di tipo energetico, quali ad esempio Yoga, Reiki, Cranio Sacrale, quando ad essi abbinato.
Il Bagno di Gong avviene in gruppo ma è possibile anche offrire trattamenti individuali e personalizzati.
Per maggiori informazioni o per organizzare un Bagno di Gong contattami tramite il modulo sottostante o al numero di telefono indicato.

 

CranioSacrale

L’operatore Craniosacrale pone le sue mani gentilmente sul corpo ed attende che si mostrino le aree di restrizione, compressione o tensione che possono impedire un corretto funzionamento degli organi, dei muscoli, dei nervi, della circolazione del sangue e dei tessuti in generale. Si seguono le più piccole pulsazioni e i più lievi movimenti che si manifestano nel sistema Craniosacrale fino a che i punti di resistenza vengano rilasciati. Si facilita il ritorno dei tessuti all’equilibrio, aiutando il ricevente a ristabilire la propria naturale funzionalità del sistema.
Attraverso il contatto Craniosacrale si ascolta che cosa ha il corpo da comunicare, si ascolta l’opinione del corpo, non quella della mente. Sono i tessuti, attraverso il contatto consapevole, che dal profondo del loro interno permettono alle mani dell’operatore la lettura della loro storia.

Il trattamento avviene su un lettino da massaggio, vestiti. Il corpo è disteso e messo nella condizione più confortevole possibile. Si potrà avvertire un profondo senso di rilassamento così come sentire fenomeni di calore, di pulsazione, di qualcosa che si muove all’interno del corpo, o altre sensazioni.

In questa omeostasi il movimento più piccolo ci sembra molto grande e le leggerissime manovre, pressioni, supporti delle mani di chi fa il trattamento cranio sacrale fanno piano piano emergere una sensazione di calma profonda, di tranquillità un senso di pace, che si può definire in vari modi: rilassamento profondo – ritmo alfa del cervello – come quando ci stiamo avvicinando al sonno e lasciamo andare i pensieri, tensioni corporee, etc.

Il rilassamento è la risposta del corpo quando entra in sintonia con il suo stesso ritmo cranio sacrale.
E’ da questo spazio che parte il trattamento, che tende ad armonizzare, bilanciare, ri-allineare, le strutture del nostro corpo.
Con l’approccio biodinamico ci orientiamo a quella che viene definita Respirazione Primaria, una forza organizzatrice che mantiene le funzioni dell’organismo secondo un principio di salute innato.

Il respiro vitale infonde ritmicamente l’informazione della salute in ogni cellula e il corpo risponde a questa trasmissione con ciclici movimenti di espansione e retrazione lenti e costanti.
Il trattamento cranio-sacrale è delicato e proprio per questo, adatto a persone di ogni età. Può essere di supporto in problematiche di varia origine (problemi posturali, colpi di frusta, squilibri della masticazione, bruxismo, disturbi dell’apparato respiratorio e delle funzioni vascolari, dolori cronici, emicranie, disequilibri del sistema nervoso, esiti da traumi e incidenti) ma anche per stress e stanchezza. Non sostituisce diagnosi e terapia medica.

Calendario Ultimi Eventi

 

  • Mercoledì 10 Luglio

    Bagno di Gong presso Ass. Il Filo Rosso Via Don Minzoni 17 Calenzano (Fi) ore 20:30 prenotazioni : Cristiana 3476173556… Read more

  • Mercoledì 3 Luglio

    Bagno di Gong presso Lui e Lei di Luisa Soldati Via Orlando 360/368 Campo Tizzoro (PT) ore 20:30 prenotazioni allo 0573 1745532… Read more

  • Mercoledì 29 maggio

    Bagno di Gong presso Officina Motoria via Modenese, 165, Pistoia ore 21:00 prenotazioni entro il 27 maggio al… Read more

  • Giovedì 09 Maggio

    Bagno di Gong presso Centro Noah via del Giuggiolo, 18 Pescia ore 20:30 prenotazioni entro il 7 maggio al… Read more

  • Domenica 28 Aprile

    Bagno di Gong presso Centro Studi Maylto, Via Pertini 754 Pistoia ore 18:00 prenotazioni entro il 26 aprile al… Read more

  • Giovedì 11 Aprile

    Bagno di Gong presso Centro Noah, via del Giuggiolo, 18 Pescia ore 20:30 prenotazioni entro il 9 aprile al… Read more

 

Mi Presento

 

Anche una piccola conchiglia raccolta per caso sulla spiaggia può suggerire una moltitudine di suoni, colori, emozioni. I bambini lo sanno e cercano la sua voce a lungo, con pazienza, appoggiandola contro l’orecchio. Mi sono incamminata un po’ così, abitando i suoni della natura intorno a me, rispondendo bambina ai canti diversi degli uccelli e agli animali ascoltati giocando.
Passo dopo passo questo ascoltare ha preso forma, è diventato amore per la musica, stupore per le mani abili dei musicisti conosciuti in giro per il mondo, desiderio di suonare, quando per la prima volta ho poggiato le dita sui tasti della fisarmonica.

L’ho cercata… e la musica non ci ha messo molto a farsi trovare, insegnandomi a vedere con l’orecchio e a sentire col cuore, popolando la mia solitudine e conducendomi all’intimità in mezzo alla moltitudine. Una sensazione di Festa e Pace.
Ho incontrato il Gong attraverso percorsi di crescita personale. Mettersi in ascolto delle sue vibrazioni è stato come sentire un sì caldo e sereno nascere nella mia pancia. Un sì necessario, che è cresciuto ed è venuto alla luce come un ponte fra la mia risonanza con la sonorità e il cammino che in quel momento stavo percorrendo.
E’ attingendo a queste due dimensioni che sento di donare la mia esperienza mettendomi al servizio degli altri.
Lo faccio secondo il mio sentire, semplicemente aprendo il cuore e donando cio’ che sono io e cio’ con cui io vibro nel momento.
Io sono lì. In ogni tocco, in ogni vocalizzo e sussurro, e con una profonda gratitudine nel cuore.
Qualche info in più su di me…
Sono di Pistoia e lavoro da molti anni come Educatrice Professionale in cooperative sociali del territorio.
L’incontro col mondo olistico ha segnato un passaggio fondamentale di ispirazione e di integrazione delle mie esperienze professionali, con particolare orientamento allo Shiatsu e al Cranio Sacrale. Mi sono diplomata in Operatore Shiatsu nel 2010 presso la Scuola Tian di Shiatsu di P. Turi e nel 2012 ho continuato il mio percorso con il Cranio Sacrale, grazie agli insegnanti Kapil Pileri e Chiara Zanchetta.
Ho partecipato ad intensivi di consapevolezza e ad altri gruppi di crescita personale presso il Villaggio Globale di Bagni di Lucca.
Nel 2013 ho intrapreso la formazione in Costellazioni Familiari e Sistemiche, incontrando gli insegnanti Marco Massignan e Elena dell’Orto, fondatori dell’Istituto Nemeton, con i quali ho completato la formazione in Costellazioni Familiari e Sistemiche e Costellazioni Rituali a Risoluzioni dei traumi (Somatic Experiencing).
Nel 2014 mi sono formata in Gong Master con Massimo Piazza e Luca Loreti, utilizzando anche il Bagno di Gong come strumento del mio lavoro.

CONTATTI

per maggiori informazioni

per organizzare un Bagno di Gong

compila il modulo ...

Contattami